Effettuare i test con Stabilo Pro

Stabilo Pro permette di effettuare test per rilevazioni stabilometriche.

Secondo uno studio da noi eseguito su soggetti normali sotto i trent’anni che non avevano mai eseguito un test stabilometrico possiamo affermare che 20/51 al primo test presentavano registrazioni anomale, segno di emotività compatibile a quanto definito in bibliografia (Ageberg E., 1998).

In accordo con questa concordiamo nel suggerire di eseguire sempre un test ad occhi aperti come prima prova, poi da scartare nell’esame finale (test e re-test).

Posizionato il soggetto sulla pedana in un ambiente neutro di informazioni e posto un punto di riferimento visivo in fronte al soggetto (si consiglia un colore rosso, forma circolare di 2-3cm circa) si potrà iniziare la registrazione di un test.

Il software permette di registrare test ad OA (Occhi aperti), OC (Occhi Chiusi), e test misti volti al calcolo di parametri incrociati (Indice di Romberg e Indice di Interferenza Cervicale). Senza l’esecuzione preselezionata non potranno essere automatizzati i calcoli di questi Indici.

Nel caso il test OA od OC da effettuare presenti delle variabili personalizzate (uso di stimoli podalici, acqua calda e fredda nei padiglioni auricolari, svincolo occlusale etc) si suggerisce di inserire tale commento in “Note” (form “nuovo test” oppure form “dati test”).

Solo usando i test multipli si potranno avere i valori degli indici di Romberg (OA/OC e OA/OC/OCR) e di Interferenza Cervicale (OA/OC/OCR).

Il primo indice permette l’ipotesi di “cieco posturale”, ossia un soggetto più stabile ad occhi chiusi che aperti; il secondo una interferenza cervicale ossia una ipotesi di sindrome discendente con probabile causa odontoiatrica

Il Test of Balance (ToB) permette di valutare statisticamente la percentuale delle esoentrate che il soggetto utilizza nella stazione eretta statica.

in bibliografia nel ToB viene descritta una normalità per soggetti giovani con circa 33% in tutte e tre le eso-entrate (vista, vestibolo, tatto podalico), mentre per l’anziano aumenta a 50% la vista e scendono a 25% le altre.