Effettuare Test con Stabilo Pro

Stabilo Pro permette di effettuare test per rilevazioni stabilometriche.

Secondo uno studio da noi eseguito su soggetti normali sotto i trent’anni che non avevano mai eseguito un test stabilometrico possiamo affermare che 20/51 al primo test presentavano registrazioni anomale, segno di emotività compatibile a quanto definito in bibliografia (Ageberg E., 1998).

In accordo con questa concordiamo nel suggerire di eseguire sempre un test ad occhi aperti come prima prova, poi da scartare nell’esame finale (test e re-test).

Posizionato il soggetto sulla pedana in un ambiente neutro di informazioni e posto un punto di riferimento visivo in fronte al soggetto (si consiglia un colore rosso, forma circolare di 2-3cm circa) si potrà iniziare la registrazione di un test.

Il software permette di registrare test ad OA (Occhi aperti), OC (Occhi Chiusi), e test misti volti al calcolo di parametri incrociati (Indice di Romberg e Indice di Interferenza Cervicale). Senza l’esecuzione preselezionata non potranno essere automatizzati i calcoli di questi Indici.

Nel caso il test OA od OC da effettuare presenti delle variabili personalizzate (uso di stimoli podalici, acqua calda e fredda nei padiglioni auricolari, svincolo occlusale etc) si suggerisce di inserire tale commento in “Note” (form “nuovo test” oppure form “dati test”).

Solo usando i test multipli si potranno avere i valori degli indici di Romberg (OA/OC e OA/OC/OCR) e di Interferenza Cervicale (OA/OC/OCR).

Il primo indice permette l’ipotesi di “cieco posturale”, ossia un soggetto più stabile ad occhi chiusi che aperti; il secondo una interferenza cervicale ossia una ipotesi di sindrome discendente con probabile causa odontoiatrica

Il Test of Balance (ToB) permette di valutare statisticamente la percentuale delle esoentrate che il soggetto utilizza nella stazione eretta statica.

in bibliografia nel ToB viene descritta una normalità per soggetti giovani con circa 33% in tutte e tre le eso-entrate (vista, vestibolo, tatto podalico), mentre per l’anziano aumenta a 50% la vista e scendono a 25% le altre.

 

Test con Stabilo Pro:

La finestra Lettura rapida referto rappresenta la lettura ragionata (automatica) dei diversi test proposta e cerca di indirizzare l’operatore nel procedere con altri test, consigli pratici o definire la diagnosi posturale.

In particolare discute sui valori di Area, Lunghezza 5Hz, X ed Y media, L/A 5Hz, VFY, ICOP, picco delle FFT, Indice di Romberg o Indice di Interferenza Cervicale (nel caso di test a batteria).
Con il tasto stampa verrà inviata alla stampante un referto di due pagine con i dati di refertazione automatica ed i grafici: carico 1 (percentuali nelle direzioni dello spazio), SKG e stabilogrammi X/Y.
Consiglio tecnico: scaricare ed installare una stampante virtuale PDF (esistono numerose scelte freeware sul web) che permettano di salvare i referti finali su files anziché su carta.

La lettura dei “Carichi” permette di ottenere le percentuali di carico con 4 diversi metodi di lettura:

  1. Alto a sx: percentuale di carico direzionale nelle direzioni dello spazio: avanti, indietro, destra e sinistra.
  2. Alto a dx: percentuale di carico sui 4 quadranti, corrisponde alla lettura singola delle celle della pedana in valore percentuale.
  3. Basso a sx: percentuali dei piloni podalici (arti inferiori) destro e sinistro: si può leggere l’avampodalico e il retro podalico di ogni pilone.
  4. Basso a dx: percentuale di avampodalico e retropodalico: si può leggere il gradi di asimmetrie tra i carichi anteriori e posteriori.

La pagina Visualizzazione dati test presenta i valori complessivi dei risultati matematici analizzati.

In particolare:
Area: Area dell’ellisse che racchiudo il 90% dei punti.
Lunghezza: percorso eseguito a Hz massimo ed a 5Hz. Solitamente 5 Hz sono circa la metà del totale (reale). Si mantiene una lettura a 5Hz per potersi paragonare alla grande casistica della scuola francese di Gagey.
L/A (5Hz): permette di studiare matematicamente la densità dello statokinesigramma (SKG). Più è ”aperta” più è possibile un deficit propriocettivo. L’indice di dispersione grafica è un indice aspecifico.
Velocità: valore slegato dal tempo di registrazione quindi più paragonabile ad altre registrazioni eseguite rispetto la lunghezza.
VFY, cosi come ICOP studiano la possibile tattica posturale utilizzata.
Media X e Media Y sono i valori medi che rappresentano il centro dell’ellisse statistica.
MAX e MIN sono i valori minimi mentre MAX-MIN le oscillazioni massime sui piani.
SampEn X ed Y studiano l’entropia del sistema rispettivamente in X ed Y. Tale valore oscilla tra 0 (nessuna entropia) ed 1 (massima entropia).

Analisi di Fourier breve FFT (Fast Fourier Trasformate) permette uno studio inverso che scompone il grafico dello Stabilogramma in onde semplici.
J.B.J. Fourier riuscì a dimostrare che una qualunque funzione continua poteva essere vista come una somma di infinite, “opportune”, funzioni sinusoidali.
Il grafico delle FFT mostra le ampiezze di queste onde ordinate secondo gli Hz delle stesse.
Le frequenze di oscillazione rimangono dentro parametri limitati. Possiamo considerare errore da rumore le frequenze oltre 1,5Hz. Le più rappresentate (le ampiezze maggiori) solitamente rientrano sotto 0.5Hz. Sono in evidenza tre linee grigie verticali poste a 0.16, 0.24 e 0.3 Hz.
Da notare:

  • Ampiezza più rappresentativa tra 0.16 e 0.24: possibile compenso respiratorio (es. rachialgie).
  • Ampiezza sopra 0.3Hz: dovute a problemi con probabile base neurologica./li>

StatoKinesiGramma rappresenta il grafico dimensionale X su Y.
Nella finestra dei dati a destra è possibile leggere i valori di Area, Lunghezze, L/A, Medie di X ed Y.
Inoltre puntando con il mouse sul grafico si potranno leggere dati aggiuntivi sul punto specifico indicato. Puntando il mouse dentro l’area che rappresenta l’area statistica (blu) si evidenzieranno i dati secondari dell’area (asse maggiore, minore ed angolo di inclinazione).
Inoltre una barra mobile permette uno zoom del grafico.
Cosa notare: distanze tra centro reale e centro dell’ellisse, densità dell’area (letta come valore L/A). Eventuale deformità dell’inclinazione dell’area dell’ellisse troppo deformata sull’asse X.

StatoKinesiGramma rappresenta il grafico dimensionale X su Y.
Nella finestra dei dati a destra è possibile leggere i valori di Area, Lunghezze, L/A, Medie di X ed Y.
Inoltre puntando con il mouse sul grafico si potranno leggere dati aggiuntivi sul punto specifico indicato. Puntando il mouse dentro l’area che rappresenta l’area statistica (blu) si evidenzieranno i dati secondari dell’area (asse maggiore, minore ed angolo di inclinazione).
Inoltre una barra mobile permette uno zoom del grafico.
Cosa notare: distanze tra centro reale e centro dell’ellisse, densità dell’area (letta come valore L/A). Eventuale deformità dell’inclinazione dell’area dell’ellisse troppo deformata sull’asse X.

Ciò che ci permette di studiare la capacità di controllo posturale di un soggetto immobile è la stabilometria statica.
Stabilo Pro permette di quantificare le oscillazioni posturali e il contributo relativo apportato dalle varie componenti del sistema Posturale, ossia visiva, propriocettiva, labirintica
Stabilo Pro con Balance Board possiede le caratteristiche fondamentali per eseguire le rilevazioni stabilometriche: permette al paziente di sentirsi a proprio agio e di non correre rischi non proporzionati all’utilità del test; è in grado di riprodurre almeno quanto è deducibile dalla semplice osservazione clinica e non si limita alla registrazione degli spostamenti del centro di pressione del soggetto rispetto alla posizione di partenza ma evidenzia anche le eventuali anomalie della posizione di base, in gran parte secondaria alla situazione osteo-artro-muscolare.
Fornisce un’analisi multiparametrica delle oscillazioni per consentire uno studio più preciso della strategia posturale.
La standardizzazione del test per essere oggettivo e ripetibile deve riguardare:

  • Le caratteristiche dell’ambiente d’esame, perché troppo importanti sono le influenze dei fattori visivi ed uditivi.
  • le caratteristiche delle condizioni d’esame, cioè degli atteggiamenti fatti assumere al soggetto.
  • la posizione fatta assumere inizialmente al paziente rispetto ai rilevatori posti nella piattaforma.
  • le caratteristiche di rilevamento dei dati analogici, della loro digitalizzazione e del successivo trattamento matematico.

Stabilo Pro 2.5 è disponibile

Stabilo Pro 2.5 la nuova versione è disponibile e prevede le seguenti nuove funzionalità:

  • Aggiornamento delle chiavi di sicurezza con la possibilità di acquisire le licenze a tempo sia per gli esercizi sia per i test.
  • Miglioramenti di performance
  • Calcolo di due nuovi indici per le valutazioni nell’ambito del TOB

1. Stabilo Pro 2.5 : Indice di Paradox

Kohen-Ratz descrive nei bambini autistici un particolare comportamento di reperti posturografiche che chiamò “paradosso Effect”: essere più stabile quando in piedi su una gomma con gli occhi chiusi rispetto alla situazione con gli occhi aperti su superficie stabile.

Questo fenomeno “paradosso” è stato correlato al coinvolgimento di controlli cerebellari e ha influenza sui casi di vertigini e colpi di frusta. E ‘stato calcolato come 0,8 + SD 0.12 sulla base dei valori medi di superficie. Può essere considerato patologico quando l’indice è più di 1,1 (valore + 3SD media). Questo comportamento paradossale può essere facilmente indagato perché si basa sul confronto di oscillazione del corpo in due condizioni solitamente eseguiti durante stabilometria: in piedi con gli occhi aperti sulla superficie solida e con gli occhi chiusi su gomma piuma, ed espressa per mezzo di Paradox Index (TOB).

2. Stabilo Pro 2.5 :Valori della velocità angolare mediata occhi aperti e occhi chiusi con gomma

I valori della velocità angolare media, rilevata dal test TOB, come velocità media dei 4 settori dei quadranti dove si sposta il baricentro, e calcolata come media dei primi 30 secondi di rilevazione suddivisi in 3 intervalli di 10 secondi danno una misura indiretta dell’aspetto vestibolare.

Stabilo Pro 2,5:Test TOB

Il software Stabilo Pro contiene preconfigurati tutti i principali test utilizzati dai professionisti per le valutazioni e l’analisi della postura.

RILEVAZIONE STABILOMETRICA le rilevazioni stabilometriche sono quelle riportate dagli standard internazionali, con Stabilo Pro è inoltre possibile costruire dei test personalizzati.

LETTURA RAGIONATA DEL RISULTATO: Stabilo Pro oltre a fornire i dati rilevati, fornisce anche una valutazione (lettura ragionata del risultato) che viene fornita dal software che interpreta in dati  valutando parametri rilevati e confrontandoli con le norme degli standard internazionali.

L’ottimizazzione delle performance e delle funzionalità permette una maggiore velocità di esecuzione di numerose funzioni.

Questo sito utilizza cookies. Per saperne di più: Privacy Policy

Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser